Disabilità, la Tomirotti interroga i due candidati per le elezioni provinciali Borsari e Bottani

MANTOVA – Oggi 3 dicembre è “La Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità 2021” e per l’Associazione “Pepitosa in carrozza” è un’occasione per tornare ad affrontare il tema della disabilità calata nella realtà mantovana e in prospettiva prossima futura, come tematica politica per le imminenti elezioni provinciali.

La necessità di un cambio di rotta su questo tema è sotto gli occhi di tutti: lo chiede la società e il bisogno presente anche sul nostro territorio.

Tra qualche settimana, attraverso gli Amministratori locali, sindaci e consiglieri comunali, il nostro territorio sarà protagonista di una scelta elettorale importante: il 18 dicembre si decideranno le sorti di governo della Provincia di Mantova. Come in un qualsiasi momento elettorale, è un gran rincorrere di nomi, alleanze e rappresentanze politiche, ma pur essendo un’elezione che non contempla il voto popolare, tutto il meccanismo fatica a considerare il terreno di gioco futuro: il meglio per la cittadinanza.

L’associazione  “Pepitosa in carrozza”, come associazione mantovana, che opera anche a livello nazionale, che vive il mondo della disabilità creando progettualità utile al miglioramento della quotidianità e della vita futura, si domanda in che modo il prossimo governo provinciale saprà supportare queste tematiche e quali saranno le azioni concrete che si metteranno in campo.

“In vista di questo appuntamento elettorale vorrei porre ai 2 candidati, Borsari e Bottani, una semplice domanda: Quali sono i 3 punti fondamentali che propongono per occuparsi del tema della disabilità?”, la domanda diretta arriva dalla Presidente Valentina Tomirotti, che è anche una delle elettrici della tornata elettorale provinciale (Consigliera comunale di maggioranza a Porto Mantovano).

“Non abbiamo letto nessun riferimento al tema, attraverso la stampa o ai siti dedicati per i programmi elettorali e siamo molto preoccupati. Le competenze provinciali in materia di disabilità sono fondamentali: si pensi ad esempio a tutto il comparto del collocamento obbligatorio, ma non solo. La garanzia di un lavoro è sinonimo di futuro e sappiamo bene che i dati che emergono dalla nostra Provincia non sono idilliaci. Ci sono tanti argomenti di competenza provinciale sul tema disabilità che i candidati dovrebbero prendere in considerazione e affrontare, invece ad oggi nessuno di loro ne ha fatto menzione.

Dimenticanza o non curanza dell’importanza del tema? La porta dell’Associazione rimarrà sempre aperta per la costruzione di un progetto territoriale concreto che porti realmente ad un cambiamento etico e che faccia la reale differenza rispetto al passato”.