Domenica l’intitolazione della stazione a San Pio X. E nasce la via dell’Emigrazione dal Sinistra Mincio alla città

MANTOVA – La prossima sarà una domenica davvero speciale per Mantova. Sarà la domenica dell’intitolazione della stazione ferroviaria a San Pio X.

Alle ore 11.30 presso lo scalo ferroviario di piazza don Leoni, il Vescovo di Mantova Marco Busca, alla presenza delle autorità, svelerà e benedirà una targa che riporterà l’intitolazione della stazione ferroviaria a mons. Giuseppe Sarto, salito al soglio pontificio con il nome di Papa Pio X.

L’iniziativa è stata promossa dalla Diocesi di Mantova e dalla Rete Ferroviaria Italiana, in collaborazione con la Fondazione Migrantes della Conferenza Episcopale Italiana, l’Associazione Mantovani nel Mondo, Regione Lombardia, Provincia di Mantova e Comune capoluogo.

L’intitolazione a San Pio X della stazione è stata voluta per il grande impegno di Papa Sarto a favore dell’emigrazione. La linea ferroviaria Vicenza-Verona-Mantova-Lodi-Genova, a fine ‘800, era infatti la principale via verso le Americhe per la grande emigrazione transoceanica di centinaia di migliaia di nostri connazionali e lo scalo del capoluogo virgiliano fu uno snodo di grande importanza per chi all’epoca decideva di partire per andare oltre oceano.

L’iniziativa di domenica si inserisce nell’ambito delle celebrazioni per il 120° anniversario dell’elezione a Pontefice di mons. Giuseppe Sarto: lo stesso il 19 agosto 1887, come Vescovo di Mantova inviò una lettera pastorale al clero virgiliano con l’esortazione ad accompagnare e sostenere i nostri emigranti e fu lui, da Papa, a istituire per la prima volta un Segretariato Vaticano, con il compito di occuparsi pastoralmente e umanamente del fenomeno internazionale delle emigrazioni, e a sostenere altresì i primi Istituti religiosi dedicati agli emigranti nel mondo, italiani compresi.

Durante la cerimonia, dopo i saluti istituzionali, il Vescovo illustrerà le motivazioni dell’iniziativa e verrà data lettura di un messaggio di Papa Francesco scritto per l’occasione. Sarà inoltre riproposto l’inno dedicato a San Pio X composto dalla Diocesi di Mantova in occasione del centenario del Motu Proprio “Tra le sollecitudini” sulla musica sacra (22 novembre 1903) con il testo di don Roberto Rezzaghi e musica del maestro Daniele Anselmi.

In occasione dell’intitolazione della stazione, la Fondazione Ferrovie dello Stato, in accordo con Regione Lombardia e in particolare con l’assessorato regionale ai trasporti, ha organizzato un treno storico da Milano a Mantova, su cui viaggerà una delegazione dell’Istituto religioso di Santa Madre Cabrini, patrona internazionale dei Migranti, a cui è intitolata la Stazione Centrale di Milano: l’arrivo del convoglio in piazzale don Leoni è previsto per le ore 11.10 (per Info e prenotazioni consultare il sito https://www.fondazionefs.it/content/fondazionefs/it/treni-storici.html 

Inoltre l’Ecomuseo della risaia, dei fiumi e del paesaggio rurale mantovano ha creato la Via dell’Emigrazione ai tempi di San Pio X in collaborazione con la Diocesi di Mantova, il cui percorso si estende dai Comuni del Sinistra Mincio alla basilica di Sant’ Andrea in Mantova.

VEDI ANCHE:La stazione di Mantova sarà intitolata a San Pio X: arrivato l’ok di Rfi alla proposta del vescovo

Un percorso storico religioso dedicato a San Pio X a cui sarà intitolata la stazione di Mantova