Omicidio di via Bonomi, De Marchi (Fdi): “Da tempo segnaliamo degrado in zona: Palazzi riferisca in Comune”

Luca de Marchi

MANTOVA – Luca De Marchi, capogruppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale a Mantova, e responsabile sicurezza e immigrazione del partito a livello provinciale, all’indomani dell’omicidio di via Bonomi chiede al sindaco Palazzi di riferire urgentemente in Comune sullo stato di sicurezza in città.
“Alcuni residenti del centro cittadino hanno segnalato da mesi e anche con raccolta firme che ho protocollato negli anni – spiega De Marchi -, situazioni di degrado e insicurezza in zona stazione. Recentissimo l’ennesimo grave episodio di violenza: nella notte fra il 11e il 12 ottobre, in via Bonomi, un ragazzo sarebbe stato accoltellato a morte, nel corso di una rissa fra extracomunitari. Se confermata la dinamica, l’episodio dimostrerebbe lo stato di abbandono della città sotto il profilo della sicurezza e della gestione dell’immigrazione e integrazione sul territorio”. “Ho denunciato io stesso episodi analoghi di risse, che avvengono quasi a cadenza quotidiana, fra extracomunitari – prosegue l’esponente di Fdi -. Con vari esposti si denunciava, fra l’altro, anche lo spaccio di stupefacenti, sempre ad opera di cittadini stranieri, di fronte a chiese, scuole e oratori e parchi cittadini. L’esposto non ha avuto riscontri da parte del Comune, mentre gli episodi di spaccio e violenze continuano sotto gli occhi di tutti. Fino all’episodio mortale di questa notte”.

“Fratelli d’Italia, anche tramite la presidente Giorgia Meloni, denuncia da tempo la speculazione economica che si nasconde dietro ai flussi migratori – conclude De Marchi -, che in tempo di crisi rischiano di ridursi all’importazione di manovalanza criminale. Fratelli d’Italia chiede dunque al sindaco Palazzi di riferire urgentemente in Comune circa lo stato della sicurezza cittadina e la gestione del fenomeno migratorio sul territorio comunale”.