Processo Yana, si torna in aula domani: verranno sentiti i primi testimoni

MANTOVA – Processo Yana: si torna in aula domani. Inizierà presso il Tribunale di Mantova il processo vero e proprio per il femminicidio della 23enne di origini ucraine, uccisa il 20 gennaio 2023 a Castiglione delle Stiviere dall’ex fidanzato, il moldavo Dumitru Stratan. Il cadavere fu ritrovato in zona Valle, tra Castiglione e Lonato, il successivo 1° febbraio. Ci saranno prima gli atti introduttivi; in seguito i primi testimoni verranno sentiti. Dovrebbero essere 12: tra questi ci saranno la sorella dell’imputato Dumitru Stratan, Cristina, e il postino Santo Chiarello. Difficile che possano essere completate tutte le audizioni in programma, quindi verranno sicuramente fissate date ulteriori. Tra le parti civili ammessa la famiglia di Yana, rappresentata dall’avvocato Angelo Lino Murtas. Come si ricorderà, invece, non è stata ammessa tra le parti civili l’associazione Y.A.N.A., poiché costituita dopo il fatto. La stessa associazione ha rivolto un appello alla giustizia affinché venga fatta piena luce su questo tragico evento.

Pm e parti civili saranno impegnate a sostenere, con sulla scorta delle numerose prove raccolte, la premeditazione, la macchinazione e l’organizzazione, già da alcuni giorni, dell’omicidio da parte di Stratan, che invece ha sempre sostenuto di aver causato la morte dell’ex fidanzata, ma in maniera non intenzionale.

gluc