Trasporto pubblico, nella fase 2 ripartenza senza particolari criticità

MANTOVA – Questa mattina il Prefetto Carolina Bellantoni ha presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica per una prima verifica sull’applicazione delle misure anti-contagio nel trasporto pubblico locale e sulle modalità organizzative adottate nella cosiddetta “fase 2” del contenimento epidemiologico.

Alla riunione hanno partecipato il Questore, unitamente ai Comandanti della Sezione di Polizia Stradale e della Polizia Ferroviaria di Mantova, i vertici provinciali dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il Presidente della Provincia di Mantova, l’Assessore Jacopo Rebecchi per il Comune di Mantova, unitamente al Comandante della Polizia Locale, i referenti aziendali di Apam, Trenord e Ferrovie Emilia Romagna – F.E.R.

L’incontro si inserisce nel quadro delle iniziative intraprese per assicurare, in modo armonico, la completezza degli interventi posti in essere questa nuova fase, caratterizzata da una parziale ripresa delle attività produttive e commerciali, sotto il profilo dell’ordine e della sicurezza pubblica, in rapporto di complementarietà con i tavoli di lavoro istituiti a cura dell’Amministrazione Provinciale in materia.

Dagli approfondimenti svolti, a seguito del confronto avvenuto con i referenti delle aziende locali e regionali di trasporto pubblico intervenute, è emerso che, pur a fronte di un sensibile incremento del transito di persone all’interno del territorio provinciale in questi primi giorni dall’inizio della “fase 2”, certamente non paragonabile ai trend ordinari, allo stato attuale non si segnalano criticità particolari per assembramenti o eventuali disfunzioni nei servizi erogati, nemmeno sulle tratte di lunga percorrenza.

Nell’occasione, è stato, inoltre, fatto un primo punto sull’efficacia delle misure organizzative adottate in adesione alle vigenti prescrizioni in materia di prevenzione da contagio, quali la delimitazione degli spazi di attesa alle fermate e l’indicazione dei posti disponibili per i viaggiatori, cui si aggiungono tutte le misure di protezione a tutela degli operatori coinvolti, nella prospettiva di una progressiva ripresa della funzionalità dei servizi di trasporto pubblico locale.

All’esito dell’incontro, è stata condivisa la necessità di avviare un confronto sul tema del trasporto, soprattutto in vista della riapertura a settembre delle scuole. Confronto che sarà articolato sia presso i tavoli istituiti in merito dalla Provincia, che in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica e di Conferenza Provinciale Permanente.

Un primo approccio al problema della riapertura delle scuole, ma anche dell’organizzazione degli esami di maturità previsti per il 17 giugno, sarà svolto nella riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica del 13 maggio prossimo.

Il Prefetto, ha ringraziato gli intervenuti per i contributi forniti, richiamando, in ogni caso, l’attenzione sulla necessità di segnalare tempestivamente eventuali situazioni di criticità che dovessero verificarsi anche nel prosieguo, al fine di agevolare i compiti di vigilanza di competenza delle Forze di Polizia e delle Polizie Locali, per garantire condizioni di trasporto in piena sicurezza per utenti ed addetti del settore.