Mantova si tinge di azzurro: la roccaforte della sinistra è un ricordo lontano

La mappa politica del Mantovano dopo il voto delle elezioni europee

MANTOVA – Una  cartina della provincia ormai quasi completamente di colore azzurro con ben 59 comuni mantovani su 64 dove le elezioni europee di questo fine settimana hanno consegnato la vittoria al centro destra. Il centro sinistra risulta in testa solo a Mantova, Suzzara, Gonzaga, Pegognaga e San Benedetto Po. Non è una novità, dopo le elezioni politiche del 2022 i comuni risultati con il centro sinistra vincente erano solo tre: Mantova, Pegognaga e Suzzara,
Un territorio dunque dove ormai da anni le forze di centro destra risultano vittoriose a dispetto di quanto accaduto per decenni, dal dopoguerra sino a una decina di anni fa quando la mappa politica provincia virgiliana era praticamente tutta colorata di rosso fatta eccezione per alcuni comuni dell’Alto Mantovano, altri pochi nel viadanese e qualche volta qualcuno nel Destra Secchia.
La provincia mantovana era considerata una roccaforte di sinistra, soprattutto la Bassa, al punto che qui vennerro fatti candidare alcuni dei nomi importanti di Pci e Psi, come Sandro Pertini nel collegio senatoriale di Ostiglia o Claudio Martelli in quello della Circoscrizione di Mantova per la Camera.
Tempi lontani, fatta eccezione per il 2014 quando Matteo Renzi, proprio alle elezioni europee, fece volare il Pd nel Mantovano al 46,04%.
Da allora la mappa virgiliana ha visto sparire sempre più il rosso e mano a mano si è tinta sempre più di azzurro