Anche a Mantova si costituisce il Movimento Sportivo Popolare Italia

MANTOVA – Presentato oggi nella sala conferenze di Casa del Mantegna a Mantova il neo costituito Comitato provinciale del Movimento Sportivo Popolare Italia di Mantova. Attivo dal 1984 il Movimento Sportivo Popolare Italia è associazione nazionale senza fine di lucro, riconosciuta dal CONI quale Ente di Promozione Sportiva e dal Ministero dell’Interno come Ente Nazionale con finalità assistenziali.

Sarà un nuovo e importante riferimento per il movimento sportivo dilettantistico, amatoriale e associativo della provincia virgiliana.

Sono circa una ventina (con alcune migliaia di soci) le società e associazioni sportive del territorio mantovano che già oggi aderiscono a questo ente di promozione sportiva.

Inoltre, dal 2 giugno 1995, il MSP Italia è iscritto nell’elenco delle Associazioni di Volontariato del Dipartimento di Protezione Civile presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con l’obiettivo di formare dei volontari in ambito sportivo, che entrano a far parte del Corpo Nazionale Volontari di “Sport Sicuro”.

MSP Italia è presente su tutto il territorio nazionale con propri Comitati Regionali e Provinciali e si propone l’organizzazione di manifestazioni sportive, di meeting e convegni, di corsi di qualificazione per dirigenti e tecnici, rivolti anche al settore educativo, ricreativo e del tempo libero.

MSP Italia si fonda sulle capacità, sulla dedizione e passione dei suoi dirigenti, tecnici ed atleti, che costituiscono il motore di tutte le attività.

“Lo sport è un grande collante educativo e sociale e quindi la Provincia di Mantova, che ha come fine la realizzazione della Provincia del benessere, non può che essere a fianco del movimento” ha dichiarato il consigliere provinciale con delega allo sport Mattia Di Vito.

Fin dalla fondazione, il presidente Gian Francesco Lupattelli (degli Angeli di nascita, esattamente di Curtatone visto che negli anni ’40 la frazione rientrava in quel comune) ha le proprie radici nella storia dell’ente di promozione sportiva e poi nella fondazione del premio ACES Europe, la società no-profit che dal 2001 assegna l’European Capital of Sport Award&Flag alle città che si sono distinte per politiche a favore dello sport sociale ed inclusivo.

Nel 2019 Mantova, grazie ad ACES – MSP, ha potuto ottenere il riconoscimento di “Città Europea dello Sport”. Ancora adesso, su tutti gli impianti sportivi della Città dei Gonzaga è presente la targa ufficiale – firmata dal presidente Lupattelli – dell’ambito riconoscimento.

Lo sport, inteso come diritto alla pratica sportiva, “Uno Sport per Ognuno”, è lo scopo primario di MSP Italia che con oltre mezzo milione di associati è impegnato da sempre nelle grandi tematiche della promozione sportiva e, soprattutto, nella formazione di tecnici, dirigenti e di volontari di “Sport Sicuro”.

Diritto allo sport per tutti, così come diritto al lavoro, alla casa, allo studio, finalizzato e personalizzato, tenendo conto soprattutto dell’età e della diversa condizione fisica per essere al passo di una società moderna ed organizzata, dove la pratica sportiva per ognuno significa attività ricreativa, amatoriale e di mantenimento, mirata secondo le diverse esigenze e praticabile in qualsiasi spazio, parco, campo all’aperto o piazza, in compagnia della propria famiglia, del proprio amico o del proprio vicino di casa e con la garanzia di un’assistenza preventiva sanitaria e di preparatori sportivi qualificati.

In questa visione MSP Italia, di ispirazione cristiana, ha sempre sostenuto i valori della solidarietà umana, dell’educazione e del servizio per gli altri, continua ad offrire uno sport a misura di ognuno, che ne consideri le peculiarità psico-fisiche, tenendo conto dell’ambiente di vita, iniziando dal paese o dal proprio quartiere, dalla propria città, a garanzia di una sana attività motoria, piacevole, non traumatica con l’assistenza di esperti ed insegnanti di Scienze Motorie e di Educazione Fisica che costituiscono l’asse portante di MSP Italia. E dalla Casa del Mantegna il Presidente Lupattelli ha lanciato l’idea di candidare Curtatone, come Comune capitale dello sport 2027.