Il Comitato Rabin chiede che la ciclabile arrivi a Montata Carra. La Provincia lavora al progetto

MANTOVA – “Tra le osservazioni al Piano delle ciclabili che la Provincia sta redigendo e per cui è previsto che enti e privati possano presentare suggerimenti, abbiamo ricevuto anche quelle del Comitato Rabin che ci chiede la prosecuzione della ciclabile, che attualmente arriva a via Poggio Reale, fino a Montata Carra. Con i fondi rimasti a disposizione in virtù della convenzione tra la Provincia e il Gruppo Progest che prevede le opere di mitigazione che la nuova proprietà della cartiera ex Burgo si impegna a realizzare, stiamo elaborando un progetto che consentirà di mettere in sicurezza il transito di ciclisti e pedoni”. A dirlo è il Presidente della Provincia Carlo Bottani che ricorda che “l’ammontare complessivo di 650 mila euro stanziati dal gruppo Progest, per 350 mila euro è già stato destinato per migliorare la sicurezza in corrispondenza della corsia di uscita dalla tangenziale nord di Mantova verso Sant’ Antonio di cui a breve sarà approvato il progetto esecutivo e di cui prevediamo l’avvio lavori a inizio 2024.
I rimanenti 300 mila euro verranno impegnati per migliorare la sicurezza di ciclisti e pedoni tra via Poggio Reale e Montata Carra”.
La Provincia aveva già redatto un progetto più articolato per migliorare la sicurezza complessiva della rotatoria realizzata da Anas all’altezza dell’Ingresso dell’azienda Burro Virgilio e delle ciclabili di collegamento, ma con le risorse attualmente a disposizione non è possibile procedere con l’intervento che richiederebbe la modifica della conformazione attuale della rotatoria, l’esecuzione della parte di ciclabile corrispondente alla rotatoria, un ponte ciclabile sul Diversivo e il collegamento ciclabile con Montata Carra.