Porto Mantovano, riduzione della Tari e aiuti alle attività. Minuto di silenzio per De Donno

Porto, verso il post pandemia: quasi un milione di euro per opere pubbliche, welfare e giovani

PORTO MANTOVANO – Consiglio comunale ieri a Porto Mantovano: approvate le riduzioni delle tariffe dei rifiuti per le utenze non domestiche previste dall’Amministrazione Comunale per sostenere le categorie economiche più colpite dalle restrizioni anti Covid-19.
Le risorse messe in campo dal Comune ammontano a 166mila euro, di cui 136mila di provenienza statale e 30mila rese disponibili dall’Amministrazione. Gli aiuti saranno destinati in particolare alle categorie soggette a lockdown o a stringenti limitazioni – come bar, ristoranti, commercio al dettaglio, parrucchieri ed estetisti – a cui sarà riconosciuto l’azzeramento della quota fissa e della prima quota variabile, per i primi sei mesi del 2021, e la riduzione del 10% per i restanti 6 mesi, a prescindere dal periodo di chiusura. Per tutte le altre attività – escluse banche, uffici postali, supermercati e grande distribuzione – il Comune ha, invece, previsto una riduzione del 10% della quota fissa e della prima variabile per tutto il 2021.

Complessivamente, delle 717 utenze non domestiche attive nel Comune, il 98% otterrà le agevolazioni, di cui il 25% nella misura più importante. “Si tratta di agevolazioni dirette – spiega l’assessore al bilancio Alberto Massara – non è richiesta la presentazione di moduli o di altra documentazione: gli utenti avranno la riduzione direttamente in tariffa”.  Sul sito del Comune www.comune.porto-mantovano.mn.it saranno indicate le categorie agevolate e la misura della riduzione.

Approvate all’unanimità anche le convenzioni con Asep per gli affidamenti del servizio nido d’infanzia comunale, del trasporto scolastico, assistenza e accompagnamento scuolabus e della gestione in concessione della casetta dell’acqua.

L’assise di ieri è, però stato anche l’occasione per ricordare Giuseppe De Donno, già primario di pneumologia e da alcune settimane medico di base a Porto Mantovano, prematuramente scomparso nei giorni scorsi.