Potenziata la strumentazione hi-tech delle scuole di Gazzuolo e della Rsa: investimento da quasi 60mila euro

GAZZUOLO – Potenziati gli strumenti tecnologici delle scuole di Gazzuolo e della Fondazione Caracci onlus: questo grazie ad contributo da quasi 60mila euro frutto di un bando del Gal Oglio Po cui si aggiungono 20mila euro messi a disposizione dal Comune. 

Proprio con la parte più consistente dei fondi, 68.917 euro, si è potuto procedere alla dotazione delle nuove attrezzature per i plessi scolastici. Nello specifico, come spiegato dal Comune, sono stati acquistati una lim (lavagna interattiva multimediale), 5 bee bot robot programmabile da pavimento, un notebook, una stampante 3D ed un plotter di taglio per la scuola materna. Alla scuola primaria sono, invece, stati destinati quattro lim, una lim orizzontale per i più piccoli, 26 Chromebooks, un carrello ricarica tablet per proteggere, archiviare e caricare fino a 36 dispositivi, una stampante 3D ed un plotter di taglio. Tre lim, 80 Chromebooks, 3 carrelli ricarica tablet, una stampante 3D ed un plotter di taglio, invece, per la scuola secondaria di primo grado.
Prevista poi una lavagna interattiva per il Centro Sociale “Il divertimento”, a disposizione della struttura in caso di necessità anche per allestire un’aula scolastica.
A beneficiare dell’investimento del Comune anche due tablet per la Casa di Riposo per agevolare la visite a distanza.

Per “ottimizzare l’utilizzo di queste nuove tecnologie – spiegano dal Comune – nei prossimi mesi in tutti i plessi sarà portata la connessione con fibra, con la ditta Mynet. Inoltre grazie al contributo preso con il bando Wifi4Eu sarà potenziato il wi-fi interno ed esterno di tutti gli edifici scolastici“. Potenziamento delle scuole e delle sue attrezzature realizzato anche nell’ottica della didattica a distanza cui ha obbligato, e sta ancora obbligando, il Covid.