Baschieri: “Piazza Broletto è senza telecamere, vanno aumentati videosorveglianza e controlli della Locale”

Foto di repertorio

MANTOVA – “Il centro storico è poco sorvegliato e in particolatre Piazza Broletto, teatro spesso di episodi di violenza non ha telecamere. L’Amministrazione deve provvedere”.
E’ quanto chiede il capogruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale Pierluigi Baschieri con una raccomandazione scritta trasmessa all’Assesore Rebecchi “dopo l’ennesimo episodio di violenza avvenuto in piazza Broletto. Episodio che poteva avere conseguenze ben peggiori se non fosse intervenuta la sicurezza privata  di un locale della piazza che ha evitato il linciaggio del maghrebino” dichiara Baschieri.

“Preme evidenziare, dopo l’ennesimo episodio di violenza  registrato in piazza Broletto a seguito dei fumi dell’alcool e della consueta inciviltà di giovani e minorenni appartenenti a diverse baby gang, come il fenomeno delle risse gratuite non si sia mai esaurito nel centro storico cittadino. Pur essendo Mantova, con le sue 700 (settecento) telecamere installate nei vari quartieri della città, una delle realtà urbane più videosorvegliate d’Italia si constata l’assenza di occhi elettronici presso piazza Broletto. Doveroso è precisare che la sorveglianza elettronica purtroppo è un efficace deterrente solo ed esclusivamente per quelle persone che hanno un minimo timore nell’applicazione del codice penale e civile, ma risulta comunque strumento utilissimo nell’individuazione dei soggetti che commettono i reati per poi procedere con l’applicazione delle meritate sanzioni ed evitare forme di recidiva” prosegue il consigliere comunale di Forza Italia.

“Doveroso è, altresì, precisare che il rammarico più grande dei cittadini nasce dal fatto che gli autori di una rissa rimangono spesso impuniti nonostante la norma preveda l’applicazione di una sanzione sino a 2mila euro in caso di assenza di lesioni e la reclusione in caso di lesioni personali. In sostanza il rischio è sempre quello di “prendersi le botte e tenersele. Recentemente ho raccolto diverse istanze degli esercenti commerciali che lamentavano il fatto che da sempre la piazza raccoglie una serie di giovanissimi, in particolare di origine maghrebina, che tra cocktail ed altre sostanze sono una bomba sociale. Un disagio giovanile purtroppo in crescita anche nella nostra città, difficile da arginare in assenza di nuclei familiari collaborativi e percorsi scolastici o formativi in grado di rimettere i giovani sulla retta via” prosegue Baschieri.

“Resta comunque il fatto che il vicolo Camera di Commercio, quello che collega piazza Broletto a via Accademia per intenderci, risulta tuttora privo di illuminazione pubblica nonostante gli oramai consueti fenomeni di microcriminalità segnalati in più occasioni. A ciò si aggiunge la carenza di videosorveglianza in una piazza che in più occasioni è stata presa di mira da balordi e baby-gang. E’ comprensibile l’attenzione di questa Amministrazione verso il nuovo Parco Te  che ha visto la recente installazione di ben 37 (trentasette) nuovi occhi elettronici, per converso è incomprensibile che piazza Broletto, dopo i tanti episodi di violenza, sia priva di un sistema di videosorveglianza e di un sistematico controllo della Polizia Locale nella fascia tardo serale. Per tali motivi si invita questa Amministrazione a provvedere alla tutela del centro storico e dei suoi frequentatori intraprendendo le iniziative elencate in questa raccomandazione scritta” conclude Baschieri

VEDI: Notte di violenza in piazza Broletto: rissa tra due bande di giovani