Centrale di Ostiglia, dalla Provincia via libera alle compensazioni ai comuni previste dalla legge Marzano

Ostiglia, il Comitato contro il potenziamento della centrale torna in piazza

MANTOVA – Parere favorevole del Consiglio provinciale all’applicazione della legge Marzano al progetto di costruzione di una nuova unità a ciclo combinato e di miglioramento ambientale delle unità 1, 2 e 3 della centrale del sito di Ostiglia, attraverso la sottoscrizione della Convenzione tra EP Produzione S.p.A., Provincia di Mantova, Comune di Ostiglia, Comune di Borgocarbonara, Comune di Serravalle a Po, Comune di Borgo Mantovano, Comune di Casaleone, Comune di Cerea, Comune di Gazzo Veronese, Comune di Melara e Regione Lombardia.

Il consiglio nella seduta di oggi era chiamato ad adottare un atto di indirizzo. La durata della Convenzione sarà di sette anni ed in base a questa EP Produzione S.p.A. si impegna al versamento dalla messa in esercizio del Rinnovamento della Centrale, dell’importo annuale di 1.122.000 euro per complessivi 7.854.000 euro.

Il contributo verrà ripartito secondo le seguenti quote percentuali determinate in conformità alla Legge Marzano: al Comune di Ostiglia spetterà un contributo annuo di 471.240 euro (pari al 42% dell’importo; ai Comuni Contermini spetterà un contributo annuo di 471.240 euro pari al 42% che verrà ripartito in misura proporzionale al 50% all’estensione del confine e per il 50% alla popolazione; alla Provincia di Mantova l’importo annuale di 179.520 euro pari al 16%; la Provincia di Mantova si impegna a trasferire la metà del contributo complessivo assegnato (pari a € 628.320), previo effettivo incasso, ai 3 Comuni mantovani contermini – Serravalle a Po, Borgocarbonara e Borgo Mantovano – secondo modalità e criteri che saranno definiti dalla Provincia stessa.