Incendio piazzola ecologica di Montanara, livelli della qualità dell’aria sotto i limiti. Domani la riapertura

MONTANARA (CURTATONE) Arpa e Vigili del Fuoco con il Nucleo NBCR confermano che l’aria, subito dopo lo spegnimento del rogo divampato ieri sera alla piazzola ecologica di Montanara (In fiamme la piazzola ecologica di Montanara: il rogo partito dagli ingombranti. In corso analisi sulla qualità dell’aria) presentava valori dei diversi inquinanti al di sotto dei limiti stabiliti dalla legge.
Dunque, nonostante l’incendio che ha mandato in fumo due cassoni scarrabili di rifiuti ingombranti al di sotto della tettoia della struttura, le misurazioni dei parametri della qualità dell’aria hanno certificato che questi erano nella norma già dopo lo spegnimento delle fiamme.
Sul posto si sono recati anche i tecnici di Ats Val Padana sia della sezione igiene ambientale che veterinaria. Tra i primi a portarsi alla piazzola non appena la colonna nera di fumo si è levata alta nel cielo ci sono stati anche l’assessore all’ambiente del Comune Cinzia Cicola con l’ingegner Giovanni Trombani responsabile del Settore Lavori Pubblici, Ecologia e Ambiente e Toni Graziano, operatore sempre dell’Ufficio tecnico che ha aperto la struttura consentendo un veloce ingresso dei Vigili del Fuoco.
Fondamentale si è rivelata infatti la celerità di intervento dei Vigili del Fuoco che in mezz’ora sono riusciti a domare le fiamme.
Oggi la società Aprica, che gestisce l’isola ecologica, ha provveduto a ripulirla, sostituendo i cassoni bruciati. Per la riapertura si attende solo l’ok del tecnico strutturista.
E’ l’assessore Cicola infatti a spiegare: “il tecnico che esegue la verifica strutturale del Centro di raccolta (CDR) ha lavorato alla relazione per garantire l’apertura già da domani. Per quanto riguarda Aprica ha fatto tutti i lavori necessari per aprire domani mattina. Un doveroso ringraziamento va all’Ufficio tecnico con l’ingegner Giovanni Trombani, ai tecnici e agli operatori di Aprica nonchè al tecnico strutturista che in brevissimo tempo si sono messi a disposizione per risolvere i problemi e garantire così al più presto l’apertura del Centro di raccolta”
Intanto proseguono le indagini da parte degli inquirenti per capire quale possa essere stata la causa dell’incendio. Oggi è stata formalmente presentata la denuncia ai carabinieri da parte del Comune.