Mantova torna a piacere ai turisti, nonostante il Covid. Oggi en-plein di visitatori al Ducale, Te e in S. Barbara

In arrivo il nuovo decreto con lo spostamento del coprifuoco e riaperture di bar e centri commerciali

MANTOVA – Una domenica con molti visitatori quella di oggi a Mantova, tanto che se non fosse stato per le mascherine indossate praticamente da quasi tutti, turisti e non, anche all’esterno, si sarebbe potuto pensare di essere in una normale giornata festiva di inizio autunno.
A Palazzo Ducale oggi sono entrati 1.003 visitatori, il massimo consentito dall’attuale contingentamento. Un numero che ha risentito positivamente anche dell’aumento degli ingressi in contemporanea portati da 10 a 23.
Gli ingressi in contemporanea sono raddoppiati, in questo caso da 10 a 20, anche nella vicina basilica di Santa Barbara dove i volontari del Touring Club, grazie ai quali rimane aperta la domenica, hanno contato 935 visitatori.
Il coordinatore del volontari Claudio Staffoli spiega che “il raddoppio degli ingressi in contemporanea è stato molto importante soprattutto per poter far entrare quei gruppi con più di dieci persone che altrimenti avrebbero rinunciato alla visita, come spesso accaduto le domeniche passate”.
Oggi poi nella basilica palatina si è tenuta anche l‘inaugurazione della mostra dell’artista Teresa Noto e il concerto inserito nel calendario del Festival degli organi antichi nel mantovano, due eventi che di certo hanno contribuito a far aumentare i visitatori.
Ma dall’altra parte della città ecco ancora una volta numeri da record, in tempi di Covid, provenire da Palazzo Te dove oggi si sono contati 864 ingressi, numero limite per evitare assembramenti. Tutta la settimana nella villa giuliesca è stata in ogni caso positiva sul fronte dei turisti con 2597 ingressi, un numero giudicato molto positivo tenendo sempre conto delle restrizioni anti-Covid.

AGGIUNGI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here