Piano Mantova, da via Roma 158 mila euro per gli affitti. 80 mila euro i fondi per le scuole dell’infanzia paritarie

A Mantova posticipata l'accensione del riscaldamento al 29 ottobre

MANTOVA –  L’Amministrazione Palazzi ha approvato un bando per aiutare sul fronte del mantenimento dell’alloggio sul libero mercato i nuclei familiari al entrati in difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus. Si tratta di un contributo complessivo pari a 158.000 euro, di cui 140 mila provenienti da residui del Comune e 17 mila euro dal Piano di Zona.
Questo intervento si inserisce nelle azioni previste dal Piano Mantova, finalizzato a sostenere famiglie e attività colpite dall’emergenza sanitaria, per favorire una nuova partenza della nostra città sia sul piano economico che sul fronte sociale.
“Si tratta di una misura importante per aiutare i cittadini al mantenimento dell’alloggio sul libero mercato -ha dichiarato l’assessore Nicola Martinelli – I destinatari in via prioritaria saranno i cittadini che sono entrati in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19 e proprio per questo motivo abbiamo strutturato il bando in modo da erogare i contributi in tempi rapidi”.
La misura ha come priorità quella di aiutare chi ha perso l’impiego o ha subito una consistente riduzione degli orari di lavoro o ha visto il mancato rinnovo di un contratto a termine. Tra i destinatari del contributo anche liberi professionisti che hanno dovuto cessare la propria attività professionale a causa dell’emergenza o nuclei che hanno avuto un componente con gravi problemi di salute o deceduto causa Covid-19.
Sarà possibile fare domanda dal 18 maggio sino ad esaurimento dei fondi. Il contributo sarà erogato direttamente al proprietario e coprirà al massimo 4 mensilità oppure una cifra massima di 1500 euro.
I principali requisiti saranno di risiedere a Mantova, essere in locazione sul libero mercato o in alloggi in godimento o in alloggi definiti Servizi Abitativi Sociali e avere un Isee inferiore a 26.000 euro.
Le domande saranno prese in esame ogni 15 giorni da un nucleo di valutazione che poi comunicherà l’avvenuta assegnazione.

Modalità e tempistiche la presentazione delle domande di accesso al contributo:

I nuclei familiari residenti nel Comune di Mantova possono presentare domanda di accesso al contributo a partire dal dalle ore 08,30 del 18/05/2020 nelle seguenti modalità:

a)     in via informatica compilando un format al seguente link: https://www.aster.mn.it/abitare/servizi-abitativi/contributi-ed-agevolazioni
b)    nell’impossibilità di utilizzare strumenti informatici e di presentare domanda on-line, i residenti del Comune di Mantova potranno presentare domanda all’Ufficio Casa Servizi Abitativi c/o Aster Srl, sito a Mantova  in Via I. Nagy n.2/4/6 (loc. Borgochiesanuova) previo appuntamento da concordare a partire dal 18/05/2020 telefonando dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 12.30 al  recapito telefonico 0376 376896

Per ulteriori informazioni o chiarimenti i cittadini potranno contattare il numero 0376 376896.

ALTRI 30 MILA EURO A SOSTEGNO DELLE SCUOLE DELL’INFANZIA PARITARIE

La giunta di via Roma, sempre nell’ambito del Piano Mantova, oggi ha anche deliberato altri 30 mila euro a sostegno delle scuole dell’Infanzia Paritarie, oltre ai 50 mila euro già previsti.
Lo stanziamento ha come obiettivo il contenimento delle rette di frequenza da parte dei residenti nel Comune di Mantova per l’anno 2020 e la destinazione di quota parte del fondo nazionale per il sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione 0-6 anni.
“Abbiamo integrato con altri 30 mila euro il nostro contributo di circa 50 mila euro alla Scuole paritaria dell’infanzia perché siamo consapevoli dell’importante ruolo che rivestono nella nostra città in termini di risposta all’utenza per flessibilità e qualità del servizio pedagogico nello scenario complessivo – ha sottolineato l’assessore alle politiche educative Marianna Pavesi – Supportarli in questo difficile momento significa per noi salvaguardare il patrimonio educativo della città, che trova nella diversificazione dell’offerta una grandissima opportunità”.
L’Amministrazione comunale ha confermato per il 2020 le modalità di sostegno finanziario finalizzate al contenimento delle rette di frequenza per i bambini residenti nel Comune di Mantova per il triennio 2017/2018/2019 e precisamente:
a)     contributo ai gestori, finalizzato al contenimento delle rette (che non dovranno essere superiori a 270 euro al mese), pari a 200 euro all’anno per ogni bambino residente nel Comune di Mantova, iscritto e frequentante le scuole dell’infanzia Autonome paritarie cittadina “Redentore” e “Casa dei Bambini” alla data del 1° ottobre dell’anno di riferimento;

b)    contributo (“voucher”) alle famiglie residenti per l’ulteriore riduzione della retta individuale in misura proporzionale alla capacità contributiva calcolata tramite certificazione Isee con suddivisione in due fasce con il limite di 30.000 euro (oltre tale indicatore Isee non verrà assegnato contributo alcuno), contributi fino a un massimo di euro 400,00/anno sino ad esaurimento del budget complessivo annuale disponibile;
I requisiti per l’ottenimento del contributo/voucher sono:
a) Residenza nel Comune di Mantova;
b) Età dei bambini conforme alle previsioni Ministeriali per la frequenza delle Scuole dell’Infanzia.
Le Scuole dovranno garantire il mantenimento del requisito di “Scuole Paritarie” nel rispetto della legge.
E’ stato approvato di destinare quota parte del Fondo nazionale per il sistema integrato dei servizi di educazione e di istruzione dalla nascita sino a sei anni, per l’anno 2019, all’Associazione Scuole Materne Mantovane per 30.000 euro a copertura parziale delle rette non percepite a causa dell’emergenza Covid-19, in linea con quanto previsto circolare regionale.