Fai, svelato il calendario 2020: 22 eventi a Mantova e provincia

MANTOVA – E’ stato presentato oggi, nel corso del primo evento dell’anno – una visita alla chiesa di Sant’Orsola – il calendario delle iniziative della Delegazione FAI e del Gruppo FAI Giovani di Mantova. Il 2020 sarà un anno particolarmente impegnato per i volontari FAI mantovani che offriranno al pubblico ben 22 eventi.

Innanzitutto, prosegue l’esperienza positiva di “Un tè al Te”, il ciclo di incontri ospitati allo Spazio Te e curato da Enrico Sartorelli, Delegato Cultura del FAI di Mantova, in collaborazione con la Fondazione Palazzo Te. Questi i prossimi talk: “L’oreficeria e l’arte orafa a Mantova” (17 febbraio), “L’arte tessile ed in particolare i cappelli artigianali e la moda” (16 marzo), “Pesi, bilance e misure nella Mantova medievale e rinascimentale” (20 aprile), “I mestieri del fiume; laboratorio all’aperto di impagliatura” (25 maggio).

Quindi, tre eventi a febbraio: il 2 febbraio visita speciale guidata al Museo Diocesano di Mantova; il 21 alle 18.00 alla libreria Libraccio presentazione del libro “Il paese più bello del mondo. Il FAI e la sfida per un’Italia migliore” in compagnia dell’autore Alberto Saibene; il 29 febbraio alle 18.30 visita e concerto d’organo alla Chiesa dell’Annunciazione della Beata Vergine Maria a Casatico di Marcaria. Il 7 marzo visita alla Chiesa di Ognissanti in compagnia dell’architetto Nicola Sodano che ne ha curato il restauro. Il 21 e 22 marzo l’immancabile appuntamento con le Giornate FAI di Primavera, che consente di visitare in via esclusiva molti siti e beni normalmente non accessibili; le aperture a Mantova e provincia verranno rivelate prossimamente.

Il 4 aprile si prosegue con la visita con ciclotour a Corte Spinosa e Villa La Favorita di Porto Mantovano, in collaborazione con Gli Scarponauti, all’interno di CamminaMantova. Appuntamento il 7 aprile con l’apertura eccezionale con visita guidata a Corte Settefrati a Rivalta sul Mincio. Il 16 maggio si va a Villa Arrigona a San Giacomo delle Segnate: visita guidata a cura della dott.ssa Maria Giuseppina Sordi; l’evento è a cura del FAI Giovani, così come l’iniziativa del 28 giugno dal titolo “Urbex me genuit. EsplorAzione urbana”: un incontro alla scoperta dei luoghi abbandonati del nostro territorio. Un altro appuntamento imperdibile il 5 luglio con la navigazione sul fiume “Tra le valli del Mincio e i fior di loto”; l’evento è realizzato in collaborazione con Navigazione Mincio.

La sera del 27 luglio il FAI Giovani organizza “OsservAzione: a naso in su con il FAI” presso Osservatorio Astronomico a Gorgo di San Benedetto Po.

Si prosegue, poi, il 12 settembre con “Sant’Andrea segreta”, una visita nelle parti della basilica normalmente inaccessibili al pubblico, a cura di don Stefano Savoia. Il 27 settembre “Piccole capitali dei Gonzaga”, ciclotour in collaborazione con Gli Scarponauti, CamminaMantova e Mantova e Sabbioneta Patrimonio Mondiale. Il 10 e 11 ottobre il consueto appuntamento con le Giornate FAI d’Autunno. Quindi, il 14 novembre “Mantova com’era e com’è”, racconti e materiali fotografici a confronto per ricostruire come sono cambiati i luoghi che viviamo; a cura di Paola Somenzi e in collaborazione con l’Archivio Comunale. Il 28 novembre un nuovo evento del Gruppo Giovani: “DegustAzione. La Mantova da bere”, un mini-tour con degustazione tra alcuni bar storici della città. Infine, il 12 dicembre, sempre a cura del FAI Giovani “EducAzione. Visita al Museo Montessori di Gonzaga”.

Proseguono, poi, le convenzioni che consentono agli iscritti al FAI di ottenere particolari agevolazioni. Dal 2020 a Mantova sono attive le nuove convenzioni con la Fondazione Umberto Artioli, il Museo Diocesano, Ars Creazione e Spettacolo e a breve sarà formalizzata anche quella col Cinema Mignon.

Per restare aggiornati sulle iniziative del FAI ci si può iscrivere alla newsletter scrivendo a prenotazioni.mantova@faigiovani.fondoambiente.it oppure seguire le pagine Facebook dedicate a Delegazione e Gruppo Giovani. Inoltre, è a disposizione il “Punto FAI” presso la galleria d’arte Arianna Sartori di Mantova, dove è possibile iscriversi al FAI.