Maria Paola Salvarani candidata a Porto Mantovano. Parola d’ordine: prendersi cura

PORTO MANTOVANO – Maria Paola Salvarani, 40 anni, funzionaria conservatrice al comune di Castiglione delle Stiviere si candida a sindaco di Porto Mantovano
“Mi impegno per Porto Mantovano perchè penso ci sia bisogno di un cambio di rotta – spiega la Salvarani – oggi viviamo un territorio che tutti vedono essere in stato di abbandono”.
Cinque le liste di centro destra che sostengono la candidatura della Salvarani a sindaco di porto mantovano. Al centro del programma i cittadini con i quali è fondamentale avere un dialogo diretto.
“Il cittadino deve tornare ad essere il punto principale, proprio per questo ho scelto le parole “prendersi cura” del cittadino e del territorio“.
Da non dimenticare poi le eccellenze del territorio, come i prati stabili, i prodotti locali che devono essere riconosciuti come deco.
Particolare attenzione è dedicata al welfare “uno dei punti principali del nostro programma è il centro diurno per gli anziani, un luogo per far ritrovare loro socialità e per aiutare le famiglie che sanno di avere il proprio caro in un luogo dove è accudito e al sicuro”.
Attenzione anche per i giovani per i quali si studiano luoghi di costuding e coworking e per lo sport “Vogliamo un cittadella dello sport che sia accessibili a tutti, dai bambini, agli anziani, ai disabili”. In programma anche uno sportello dedicato alle persone più fragili che possano trovare così risposte ai loro bisogni.
La manutenzione del verde, delle strade e delle strutture esistenti è sicuramente una priorità tra queste per esempio il campo da tennis di Soave lasciato completamente in stato di abbandono. Un’attenzione particolare alla sicurezza con presidi della Polizia Locale e l’istituzione di nuovi varchi come deterrente per i malintenzionati.